Rivedere colleghi

Ieri ad Imperia, presso la Camera di Commercio, ubicata presso l’ex palazzina della Sasso, anche apprezzato esempio di pregresso design industrale, c’era un convegno settoriale della mia vecchia Associazione, per la quale ho lavorato più di vent’anni. In questa occasione le insistenze perché partecipassi, benché da anni ormai pensionato, sono state particolarmente insistenti, soprattutto da parte di un (mio ex) collega di livello regionale.

Riva Ligure (IM) – Torrione antibarbaresco

Ma io, tanto per cambiare, come faccio spesso da quando mi sono ritirato dal lavoro, mi sono comportato alquanto da monello. Mi sono, ad esempio, prima fermato a Riva Ligure (IM) per scattare fotografie.

Certo, nel capoluogo provinciale ci sono poi arrivato. Giusto per partecipare al rinfresco dei convenuti. Per qualcuno la mia presenza é stata una sorpresa, al punto che il Presidente, che abita pure lui a Bordighera, mi ha domandato perché non gli avessi chiesto un passaggio in automobile. Mentre mi limitavo a bere una bibita analcolica, fioccavano simpatiche rievocazioni. Chi si accorgeva per ultimo di me era proprio il mio anfitrione, del resto vero organizzatore della mattinata, che, dovendo rientrare a Carrara, mi ha rinviato per l’ennesima volta la possibilità di portarlo a pranzo in base ad un suo – tra il serio ed il faceto – autoinvito, che ormai é ampiamente datato.

Ho per la prima volta amabilmente conversato – su alcuni temi affrontati potrei sempre tornare! – con un quadro nazionale, che a sua volta a Pescara aveva conosciuto, per poi perderla di vista – ma lui opera a Roma! – una mia ex compagna di Ginnasio, oggi valente scrittrice: gli ho sottolineato che può intercettarla almeno sul Web.

Con molti le discussioni sono continuate nel bel cortile. Qualcuno ha rischiato di arrivare in ritardo al proprio personale appuntamento. Mi sono fioccate pressanti richieste di passare in sede, per non perdere del tutto i contatti, e persistenti promesse di rivederci al più presto per la solita pizza in compagnia.

Imperia – Oneglia, Collegiata di San Giovanni Battista

Io, a quel punto libero come non mai, ho continuato a fare il turista per caso. Ad Imperia. Oneglia per la precisione.

Precedente Curiosità d'archivio Successivo La prima volta che vidi Parigi (I love Paris)